Quando la realtà ti chiama

di Lucia Brasca, FMA

 

Torino 1854 – Gallarate 2020.
I giovani ci sono.

 

Appena è iniziata la Quarantena, ben prima del decreto dell’8 marzo, con gli Adolescenti e Giovani dell’Oratorio ci siamo chiesti come poter essere utili in questo momento di difficoltà.

Abbiamo fatto una videochiamata in cui ci siamo scambiati qualche idea.

È risuonata forte in noi la situazione della Torino del 1854, quando ci fu una terribile epidemia di colera. Don Bosco promise ai suoi ragazzi che, se fossero stati in grazia di Dio, avrebbero potuto dare una mano senza contagiarsi.

2020 – Covid-19. Noi possiamo fare qualcosa per la gente che ha più bisogno?

Abbiamo pensato che in questo momento le persone più fragili sono quelle che vivono sole e che non possono uscire nemmeno per i bisogni primari. Ecco la risposta: attivare un servizio di spesa e farmaci a domicilio.

Organizzazione semplice ma efficace: due numeri di riferimento che raccolgono le richieste, le passano a me che le inoltro a una diciottenne, lei le smista tra i Giovani che si rendono disponibili in quel momento.

Qualche post sui Social e un po’ di passaparola.
La voce giunge anche in Comune. L’Assessore mi chiama per fare i complimenti, perché loro non erano ancora riusciti ad organizzarsi e mi chiede se abbiamo bisogno di qualcosa. Certo, i dispositivi di protezione.

Il giorno dopo in Oratorio ci sono due scatole di guanti monouso, uno di mascherine e un’Autorizzazione speciale che indica che stiamo facendo un servizio a chi è in difficoltà.

Negli ultimi giorni la cosa si è ulteriormente strutturata e sviluppata. Mi hanno contattato dalla Croce Rossa per dirmi che stavano attivando il numero unico di riferimento, quindi ci siamo suddivisi i rioni di Gallarate.

L’autorizzazione si è modificata e dovendo andare a consegnare la spesa e farmaci in zona ZTL ho richiesto se era possibile avere i permessi per non prendere multe, e il permesso ci è stato dato.

Poi sono arrivati i pass nominali per saltare la fila nei Supermercati, visto che stiamo facendo un servizio pubblico.
Non male per un’idea partita da una videochiamata!

Mi stupisco ancora di come le cose partite un po’ in sordina si espandano. Oltre alla pandemia Covid-19, si sta diffondendo un’epidemia di bene fatta di gesti e attenzioni semplici.

Sono piccole cose, ma sono quelle che aiutano a fare la differenza.


Accanto ai grandi progetti, ai tavoli di pensiero e organizzativi, c’è chi parte dal basso semplicemente e concretamente guardando negli occhi la realtà e quello che ti propone, perché è nella realtà che Lui torna a conquistarsi il mio cuore.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti ora alla newsletter per ricevere gli articoli via e-mail!

Ultimi tweet di Papa Francesco

Immagini che fanno bene

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Sguardo al Reale

Un progetto di Suor Lucia Brasca FMA